Spedizione umanitaria 2013

 

gruppo genitori

Milano, 10 marzo 2013

L'associazione IRFF–Italia organizza anche questo anno la spedizione umanitaria a favore degli orfanotrofi Chisinau e Oras Balti in Moldavia.

La UPF–Ticino partecipa con l'invio di materiale dal Ticino.

Domenica 10 marzo si è tenuto l'incontro per la raccolta dei pacchi presso la sede della UPF di Milano.

I partecipanti tra i quali molti genitori adottivi hanno potuto consegnare il proprio pacco che la irff consegnerà in occasione della spedizione umanitaria (22–29 aprile)

L'incontro è stato anche l'occasione per scambiarsi le esperienze personali e ricevere informazioni circa i programmi correnti e futuri.

 

SergioSergio Valgoi

Cari amici, desidero farvi partecipi dell’incontro tra i più importanti, che la nostra Associazione ha nel corso dell’anno. Pongo l’accento su questo momento, perché decisivo nel sancire la nostra unità, la nostra fiducia reciproca e il nostro desiderio di continuare a lavorare e a impegnarci per questi ragazzi meno fortunati.

Il genitore adottivo Luigi, (noto per essere colui che da anni sta sostenendo in Italia la ragazza che a suo tempo viveva nell’orfanotrofio di Chişinău), ha aperto ufficialmente l’incontro alle ore 14 presentando i vari ospiti. Nel frattempo, Fabio il nostro impeccabile "manager dei pacchi" coadiuvato da Marta continuava nella sistemazione dei pacchi stessi e relativi pagamenti.

Dopo alcuni canti introduttivi che hanno riscaldato l’ambiente, offertoci per l’occasione da Raffaele, Martina ed Elisabetta, ha preso la parola la Presidentessa dell’UNIVERSAL PEACE FEDERATION la quale ha brevemente illustrato gli scopi di questa federazione e di come codesti siano in sintonia con il lavoro dell’IRFF del quale ha espresso profonda gratitudine. Stefania questo il suo nome, ha evidenziato come la famiglia sia l’elemento centrale sul quale focalizzarci per portare la vera pace nel mondo e come da essa bisogna ripartire per ridisegnare un mondo senza barriere espressione di un’unica comunità globale.

Di seguito, ha preso la parola Andrea responsabile del gruppo giovani dell’IRFF "Proprio ieri pomeriggio ci siamo costituiti come gruppo ufficiale con un formale ATTO COSTITUTIVO", ha detto, "e ora abbiamo una struttura composta di tre Responsabili in "primis" che cercheranno di coordinare le varie attività che desideriamo autonomamente realizzare. Una di queste sarà la Conferenza Pubblica di venerdì prossimo, ore 20:00, a Morbegno, dove racconteremo l’esperienza di volontariato di questa estate e di Natale. Nel nostro ultimo incontro, abbiamo anche iniziato a programmare il nostro prossimo viaggio di questa estate, che già evidenzia come ci siano dieci potenziali adesioni. In pratica verso la fine di luglio andremo a portare un po’ del nostro entusiasmo e della nostra gioia a questi ragazzi".

Andrea ha poi mostrato un articolo di giornale del giorno prima, dove erano illustrate le varie esperienze di questi ragazzi. "Se qualcuno desidera mettersi in contatto con noi si senta pure libero di chiamarmi valgosais@gmail.com perché no, si potrebbe costruire qualcosa di più vasto in collaborazione con i giovani delle famiglie dei genitori adottivi sparsi un po' per tutta Italia".

A questo punto è iniziato l’intervento di Sergio, che ha prima di tutto ricordato il grande lavoro di Annamaria e Mario suo marito. Purtroppo ora loro hanno un po' di problemi di salute e non possono essere presenti con noi. Questo fatto ci rattrista tutti, ma vogliamo tutti sperare in un prossimo miglioramento: "auguri ANNA e MARIO". Ha poi ripercorso alcune tappe fondamentali dell’IRFF illustrando le attività svolte nel 2012 e proponendo quelle da fare nel 2013.

  • 13 aprile h 21 PAGNANO-MERATE: concerto di BENEFICENZA
  • Dal 22 al 29 aprile spedizione umanitaria
  • 9 giugno h 14: Conferenza in Valtellina
  • 15 luglio 25 agosto: progetto Accoglienza
  • Ultime settimane di luglio – progetto giovani IRFF
  • Domenica 15 settembre h 16.30 a Bergamo: Presentazione alla stampa e al pubblico del LIBRO "DESTINAZIONE BALTI" – storia di una adozione a distanza. Scrittrice: Rosy Bovino.

Abbiamo poi ascoltato l’esperienza di Simona e suo marito che accolgono da diversi anni un ragazzo dell’Ucraina. E infine Giovanni che è appena tornato dalla Costa d’Avorio, ci ha raccontato del progetto di sviluppo agricolo che IRFF sta sostenendo.

A seguire, dopo una piccola pausa "relazionale - con la splendida torta della nostra Ines", il consiglio dei soci si è radunato per approvare il bilancio consuntivo dell’anno 2012.

Complessivamente durante la conferenza abbiamo raccolto circa 450 Kg di materiale e 343 €. Sulla via del ritorno in Valtellina siamo passati dal gruppo di Merate (dove erano arrivati anche i pacchi da Torino) raccogliendo altri 178,5 € e circa 200 kg di materiale.

Come responsabile di questa nostra "piccola famiglia" non posso far altro che esprimere profonda gratitudine a nome di questi ragazzi della Moldavia per il lavoro che ognuno di voi fa. Colgo l’occasione di ringraziare tutti coloro che sono risusciti, malgrado i loro impegni, a prendere parte alla manifestazione. Invito tutti voi a creare sempre più una rete solidale tra di noi in modo da poter "creare un’aria diversa" da quella alle volte troppo inquinata, che vorrebbe mostraci un mondo sempre più individualista ed egoista: non è cosi e noi vogliamo portare avanti con forza la nostra sfida.

Un cordiale saluto a tutti Sergio Valgoi Presidente IRFF